VillapianaOnline


Vai ai contenuti

Menu principale:


Angela Italiano

Arte - Relax Cultura > Nero su Bianco

Alcune notizie su Angela Italiano.....

Angiola Italiano è nata e vive attualmente a Cerchiara in una contrada collinare che si affaccia sulla Piana di Sibari e lo Jonio le fa da corona,collina che l’autrice chiama affettuosamente “Damacol”. Si è laureata in lettere presso la facoltà di Lettere e filosofia a Salerno. Ha fatto esperienze d’insegnamento nella scuola secondaria secondo e primo grado, per alcuni anni ha insegnato a Vicenza attualmente insegna Lettere nella scuola secondaria di primo grado a Villapiana Lido.

Angela Italiano

Angela Italiano

Dalla tenera età ha avuto spiccato interesse per la parola scritta, adulta nel corso degli studi ha sempre valorizzato con coscienza il peso e la potenza che possono avere le parole maturando forte il convincimento che le parole non hanno gambe ma possono viaggiare veloci nei secoli , non hanno anima ma possono diventare eterne . L’autrice ha sempre avuto amore per i versi e fin da piccolissima ha scritto versi noti solo a se stessa , forse per pudore di palesare la voce dei propri sentimenti, fino a quando per caso un suo componimento giunge sulla scrivania dell’editore Giuseppe Aletti. L’editore Aletti ha intessuto con l’autrice una fitta corrispondenza poetica e cosi molte poesie sono state pubblicate sulle antologie della casa editrice “Aletti”. Ha pubblicato nel 2012 la silloge “Fotografie dell’Anima” , è stata premiata più volte come poetessa federiciana inoltre con “Viaggio rotondo” è nell’unico museo della poesia in Italia “Museo Epicentro” Pozzo di Gotto Barcellona (ME). Nutre amore sviscerato peril proprio lavoro che svolge con passione, ama la lettura , la scrittura e nutre amore spassionato per l’ambiente , la musica . per tutte le discipline che trattano le problematiche che interessano l’uomo , in particolare per il processo storico e i suoi cambiamenti ,la letteratura , la psicologia e la pedagogia , dal punto di vista professionale il suo interesse è rivolto alle problematiche tipiche degli adolescenti , infatti, molteplici volte è stata parte attiva a corsi di specializzazioni.

Grazie Angela per questi bei versi che ci concedi di condividere nelle nostre pagine

Il mio pezzo di Paradiso


20 settembre 2011 alle ore 8.09
Il mio pezzo di Paradiso è li
tra il sorriso di un bambino
tra la gioia dei miei amici
nelle onde del mare che mi baciano
tra il vento che mi scompiglia i capelli
nel sole che accarezza la mia pelle
nella saggezza di mani incallite dal lavoro
nel tuo abbraccio al mattino
tra le tue vellutate labbra tremanti
nell'abbraccio con la tua anima
il mio pezzo di Paradiso è tutto qui.


Inno alla vita


Punzecchiato
il cuore mio dalle tue mani
come corde di violino.
Vivo di te di musica e poesia.
Vivo.

Donna


Donna vestiti di bianco
vestiti con abiti semplici
affonda le unghia nelle carni
i chi ti vuole strappare
l'anima e la dignità
Donna
donna vestiti di tenacia
vestiti di coraggio
e colpisci al cuore
chi ti vuole sottomessa
chi ti vuole schiava
chi ti vuole stupida
chi ti vuole solo bambola
Donna
vesti la tua anima di pudore
vesti il tuo corpo di bellezza
vesti il tuo orgoglio ferito
vesti il tuo coraggio represso
Donna
svestiti del gioco della mercificazione
di te
e accendi sempre la tua luce
non brillare mai di luce riflessa
e mai di luce di scambio
Donna


Tristezza

Quando la tristezza ti invade l'animo
il cuore urla in un silenzio
un silenzio assordante
che devasta sereni istanti di vita

la mia essenza sbrandellata
altro non può fare che
prendere una penna sgangherata
e rendere omaggio con umile lealtà

a chi ha chiuso per sempre il sipario
con determinazione
la scala del cielo adesso è il suo arcobaleno
l'eterno che ha lasciato è dolce e buono

l'immensità dell'eterno che ha abbracciato
vale la solitudine delle sue gemme
ancora incerte nel labirinto del mondo
sia in Paradiso la tua collocazione e fecondo

il tuo abitare nella casa del Signore
l'abbraccio degli occhi al cielo suggellano l'amicizia
che con gratitudine hai dato nel cammino terreno
siano testamenti d'amore le lacrime versate.


Bianco profumo


Bianco profumo sei
che vivi in un petalo di rosa
bianco profumo la tua anima
che sorride felice
per le vie del paradiso

bianco profumo deposto
in un giglio bianco
che siede di fianco
al cuore della tua sposa

bianco profumo per il cielo emani
in fasci di luce bianca
sui nostri pensieri
che per te son fieri

bianco profumo in un giglio reciso
splendea d’amor il tuo viso
e il tuo animo assorto
non ha retto a un vento distorto

stanche le tue membra stanco il tuo cuore
ha ceduto il passo ad un bianco fiore
a un giglio bianco
cosparso di bianco profumo

Bianco profumo sei
che vivi in un petalo di rosa
bianco profumo la tua anima
che sorride felice alla sua sposa
per le vie del paradiso .

Anima di essenza di nuvole


Stella, oh stella del mio firmamento
che raccogli le ultime paure notturne
che illumini per prima i fasci di buio
che mi avvolgono alla sera
tu stella lucente che illumini il mio vuoto,
ti seguo, ti cerco, ti voglio
mi piace accoccolarmi fra i tuoi raggi luminosi
che cercano sciogliere le mie malinconie
le mie mute sofferenze
le mie tristi abitudini
la forza del tuo animo compito
mi ha travolta in un turbine di
estasi da cui non voglio e non posso più uscire
mi è lieto raggiungerti anche in un silenzioso pensiero
quando il sole ne offusca la tua visione
vivo a rilento ogni momento che mi racconta di te
vivo e sto bene anche se tu non ci sei
so che l'essenza della tua luce mi è vicina
io ci sarò ogni volta che vorrai
anche se non mi vedrai
la tua anima essenza di luce
la mia luce
la mia anima essenza di nuvole
cercami quando vuoi se vuoi se puoi
sono in volo ma ci sarò sempre per te
e quando non sarò più terrena
cercami nell'essenza delle nuvole
fra mille mi riconoscerai dai miei colori eterei
dal profumo dei miei pensieri
assetati della tua luce
pensieri sudati ammalati nella ricerca di te
cercami
quando io non posso più farlo
cercami nell'essenza delle nuvole
e voleremo abbracciati verso galassie
infinite di baci…



Maggio


Maggio esplode con rose e colori
tinge i prati le aiuole e il cuore
esplode il gelo e per incanto fluisce
viaggia veloce il canto su lisce
autostrade infinite di luce

si desta e sorride il contadino
che ieri sedevara al camino
si desta Maria ci saluta
con canti d'amore ci esulta
si desta e canta la sposa

si cinge la testa con una rosa
salta il bimbo nell'erba odorosa
profumo di fieno nespole e tiglio
s'inchina al sol ardente il giglio
a me e alle stelle sorride il ciel.


Nuovo giorno


Per illuminar il mio nuovo giorno
prende forma a disegnarsi
un verso sul foglio bianco
si sprigiona il profumo
del risveglio a ripulir il fango
lasciato dalla notte .

La Luce della vita raggiungerà
ogni angolo dello spazio
infinito di respiri colorati
dalla penna dell'arcobaleno
che vive in me in te
e nelle galassie di tormente d'amore

E ti bacio gli occhi nel vento
vellutato cosparso di carezze
di foglie d’alloro verdeggianti
ti amo su prati fioriti di rosa
e ti amo ,nel nuovo giorno
ti amo giorno nuovo.


Settembre ti saluto


Settembre è tornato a carezzar le valli
a dolcificar le braccia spente ed irte
dell'albero morente sotto la calura di agosto
rivolte al ciel anche una mia preghiera
ad invocar la pioggia e la vita
a smorzare il ruvido sudore
che sempre mi punzecchia la pelle.
Settembre bello e signore
sii galante con la strada
dona frutti maturi ad ogni contrada
accogli lo scolaro vacanziero
dona profumi e colori d'ogni specie
e lascia canti innamorati nelle vie
di chi sempre ti aspetta in allegria.
Settembre ti saluto e ti osanno
con il cuor l'anima mia.
Settembre ti saluto.

Madre

Madre sempre ti ricordo
per le strade lontane della memoria e
ancora sento forte pungermi il cuore
da quel violento muto dolore
che ho provato, devastato
il mio io e incincignato
il mio animo annaffiato
da lacrime amare
simili al latrato
di un cane morente.
Madre oggi depongo ai tuoi piedi
Una rosa bianca con la speranza
che il ciel illumini i miei pensieri
antichi e verdi come prato a Primavera.
Madre sempre ti saluto nella gloria di Dio.

Autunno

L'autunno arriva con la sua dolcezza
con i colori che mi porto dentro
i profumi del buono e della sapienza
il profumo del pane sfornato

il sapore dell'ultimo bagno
gli occhi sereni e la mente diverge
tra boschi amorevoli nel salutare le foglie
che morenti cadono al suolo

risorgeranno a nuova vita nel freddo
del bianco della neve in inverno
fra lo scintillio del fuoco che arde
ed io incido negli occhi
i colori e i sapori dell'autunno

e cosi arriva l'autunno con i colori
che mi porto dentro
con il profumo delle mele
con il sapore della mitezza
dell'animo e la dolcezza
dell'amore .

Gocce di Luce

Gocce di Luce il mio pane
da portare in viaggio
le consumerò alla sera
quando il buio bagna
la mia fronte stanca.

Gocce di Luce l'acqua che
porterò in viaggio
Gocce di Luce mi accompagnano
oggi nel senso della vita
Gocce di Luce mi han dato
da portare con me

Gocce di Luce dedicherò a te
perchè l'amore che ho per te
è fatto di Gocce di Luce.

@more, @more...


@more, @more...
Amore , Amore
dalle mani al cuore
scorre in me un fiume di emozioni
e l'impeto arriva fino al cielo
l'anima in festa
e ti amo cosi tra le mani
e il cielo

il sussurro degli angeli
la nostra canzone d'amore
e gli occhi del sole
la nostra speranza
di guardare oltre la povertà
della pochezza umana.

Il nostro amore non conosce
povertà non conosce miserie
non conosce chimere
di venti neri
conosce me e conosce te
conosce l'immenso dell'Universo
cosparso su di noi .

Il nostro amore è cosi grande
perchè non chiede nulla ne a te e ne a me
chiede solo amore a te e a me
chiede baci caldi e carezze vestite di rosso
nel sole tiepido di settembre
per fortificarsi all'annuncio del freddo
@more @more, @more mio .

Fammi attraversare il tuo cuore


Seppur affranta dalle fatiche
ti chiedo ancora fammi giocare
un po sul davanzale del tuo cuore
chissà che i miei giochi non siano
a te graditi e cosi mi spalancherai
le porte della tua anima
se mai posso entrarci
lo farò piano e parlerò sottovoce
ti attraverserò in punta di piedi
e canterò per te solo versi
d'amore.

LUCERTOLA


Ogni tanto mango i tuoi baci
oltre la siepe di me sei fiero
Dimmi
Chi ti considera fiore nero
Chi non vuole più ascoltare
La voce del tuo cuore vibrare
Io
Se potessi fermerei il tempo
Me ne starei muta e immobile
A crogiolarmi fra le tue braccia
In eterno
Annusado il vento delle tue parole
Fragile lucertola distesa al sole

I passi della notte


Lo scricchiolio dei passi della notte
avanzano torbidi guadagnando
tempo e terra , felpato è
il loro andamento , hanno grandi occhi neri
gambe da cammello e sorriso di strega
arrestano quando si trovano difronte
alla luce di Venere
immobili restano a ululare ai lupi
e poi nel primo soffio di luce dell'alba
fuggono come ladri fondendosi
come cenere al vento
senza lasciare ne traccia e ne odori.
La Luce ha sempre vinto e vincerà sempre
anche il buio più ostinato
e a me basta un filo spesso quanto un capello
per arrivar a toccar le stelle
i passi della notte non mi fanno paura.

Un apostrofo di Luce


Un apostrofo di Luce
della nuova alba
m'illumina tra bianchi
bagliori , il mio volto
colorato di rosa , rosso,
verde e blu , sento il respiro
di te accompagnarmi
nel vuoto del Mondo
malato di solitudine.
Un apostrofo di Luce
il miraggio della mia vita.

Il Nuovo


Il fiocco di luce rimasto imprigionato
tra le mie mani del sole andato
sbalordirà le tenebre annegandole
e risveglierà il modo in un dondolio
di splendore di mille colori
domani all'alba, e sarà di nuovo "vita ".

Terra Jonia...


A festa ti sei vestita
terra Jonia terra achea
canti afrodisiaci si elevano
nelle strade nei vicoli
dopo più di due millenni
uguali nello scorrere lascivo
che fece Ulisse avventuriero
e quel Federico al suo passaggio
ti illuminava in pieno giorno
Questa notte ,o mitica notte
la Dea Azzurra ha lasciato il mare
ed ha cantato per me
Idico la vide in estasi
porgere carezze e baci al suo guerriero
i mito di Saffo ritorna
imponente nelle contrade Joniche.
Terra Jonia ti ho sempre amata
rigenerata per tanti lustri
eterno il tuo viso la tua pelle
immersa tra gioie e dolori
tra sacrificio umiltà e
gesti violenti
Il peccato antico va si disperde
ritorna si impossessa delle tue carni
peccato antico sei stato
piegato dalla croce.

 

 

This div will be replaced

Ami scrivere poesie? Vuoi condividere le tue emozioni?
Invia le tue composizioni a:

villapianaonline.it(AT)libero.it

Avrai il piacere di far conoscere a tutti le tue doti!!!



N.B.
Per pubblicare le poesie occorre che:
1) - Gli scritti siano propri, quindi originali.
2) - Se minorenni, le opere devono essere inviate dal o dai genitori per conto del minore autorizzandone, di fatto, la pubblicazione.
3) - Le opere devono essere senza vincoli. Quindi non devono essere protette da copyright o altri vincoli.
4) - La pubblicazione o meno delle opere, rimane sempre a discrezione dello staff di villapianaonline. Le e-mail contenenti le opere non pubblicate saranno cancellate e non sarà dato nessun avviso o motivazione, all'autore.
6) - Le opere sia pubblicate, che non pubblicate, non danno diiritto a compensi.
7) - Ogni collaborazione con villapianaonline.it, avviene in forma volontaria e gratuita.
8) - L'autore rimane il titolare unico dell'opera.
9) - I contenuti devono essere leciti e rispettosi delle leggi vigenti.



Home Page | Villapiana Foto e Video | Negozi -Attività | Territorio e Paesi Vicini | Villapianesi in Italia | Villapianesi Nel Mondo | Festività | Avvenimenti | Dove...? | Arte - Relax Cultura | Contatti Info numeri utili | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu