VillapianaOnline


Vai ai contenuti

Menu principale:


Si Fa' Così

Arte - Relax Cultura

Piccola avvertenza:


Le indicazioni che seguono, sono frutto di esperienza maturata nel tempo, oltre che insegnamenti della tradizione popolare villapianese. E' ovvio che tanti consigli e modi di condire o trattare i vari ingredienti che sono validi nel nostro territorio, paesi vicini o regioni limitrofe, potrebbero non essere validi o poco attuabili, in regioni o città molto distanti o con clima diverso. Per tanto, prima di comprare tutto il necessario e magari accorgersi solo in seguito di qualche incopatibilità, leggete attentamente le varie indicazioni ed istruzioni. Per eventuali dubbi, non esitate a contattarci tramite il seguente indirizzo e-mail:
info@villapianaonline.it. Risponderemo nel minore tempo possibile.


Olive Nere al Sale

Introduzione

Preparare delle ottime olive nere sotto sale, è molto semplice ed in poco tempo si potranno mangiare semplicemente con il pane, se possibile casereccio, come antipasto insieme alle melanzane sott’olio, ed in tanti altri modi che la vostra fantasia saprà suggerirvi.
Cosa serve….

Per iniziare bene, un pò di.... pazienza.

- Una cassettina di quelle che si usano per metterci la frutta.
- Degli strofinacci.
- Una forchetta molto appuntita come questa….( Foto 1 ). Oppure un’attrezzo del genere, formato da un pomello per la presa e da una base dalla quale fuoriescono dei chiodini di 3/4 cm di lunghezza, che potrete comprare in ferramenta o negozi di giardinaggio, ( Foto 2 )
Una bacinella per contenere le olive.
- Dei guanti da cucina, o in lattice, per evitare che le mani sporcandosi del liquido che esce dalle olive bucate, vi diventino bluastre difficili da pulire.

Fot 1 - Forchetta
Attrezzo alternativo
forchetta e oliva
Attrezzo
Olive
Olive

- Uno scolapasta.
- Sale. La quantità del sale deve essere almeno del 5% del peso delle olive. Da questo ingrediente, dipende il tempo di conservazione.
- Olive nere, non troppo piccole, che siano belle sode e non morbide, lisce e prive di bucchetti o bolle.

Procedura

Lavare e far sgocciolare, nello scolapasta, le olive o asciugarle velocemente in un canovaccio, con la forchetta o altro, bucherellare le olive in più parti e metterle nella bacinella, più si bucano e prima si addolciranno.
Una volta che le olive sono tutte pronte, passatele nell'acqua e sgocciolatele per qualche minuto. Spargeteci sopra metà del sale e rigiratele più volte in modo da distribuire il sale stesso in modo uniforme. Si aggiunge infine la parte del sale rimasto e si rigira il tutto come prima. Si lasciano nella bacinella per una settimana, ricordandosi di rigirarle una o due volte al giorno.
E’ normale che venga fuori del liquido, questa è la salamoia che si forma con il sale e l’acqua che perdono le olive.
In fine, sgocciolate le olive che nel frattempo si saranno appassite, risciacquate, una volta, con acqua di rubinetto e lasciatele a sgocciolare nello scolapasta per 20/30 minuti, subito dopo prendete la cassettina e sul fondo metteteci uno strofinaccio. Prendete le olive e spargetele in modo uniforme sul fondo. Tenetele esposte al sole, o comunque all’aria, se c’è vento copritele con un altro strofinaccio, ogni giorno vanno rigirate.
Le olive saranno pronte, dolci da mangiare, quando avranno perso tutta l’umidità e toccandole, non ungeranno le dita, generalmente dopo 7/10 giorni.

Vai al Video


*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°*°

Zeppole di San Giuseppe


Ingredienti

Per le zeppole:
500 gr. di farina 00
50 gr. di zucchero
100 gr. di burro
7 uova
1 pizzico di sale
1 bustina di vanillina
1 bustina di zucchero a velo
1/2 kg di farina,olio per friggere.

Per la crema pasticciera:
2,5 dl di latte
3 tuorli
60 gr. di zucchero
20 gr. di farina bianca,
1 pezzetto di scorza di limone
1 pizzico di vanillina


Preparazione:

Preparazione della crema pasticciera: fate bollire il latte con la scorza di limone e la vaniglia. Mettete in una terrina i tuorli d'uovo e lavorateli
con lo zucchero fino a ottenere una crema spumosa; unite la farina e continuate a lavorare con una spatola di legno. Togliete la vaniglia e la scorza dal latte e aggiungetelo, poco per volta, al composto, continuando a mescolare. Versate la miscela ottenuta in un tegame a fondo concavo e fate cuocere a fiamma bassa, continuando a mescolare senza far bollire. Travasate la crema in una terrina e lasciatela intiepidire, mescolando ripetutamente.

Preparazione delle zeppole: Mettere sul fuoco un tegame con 4 bicchieri di acqua, il burro e un pizzico di sale; non appena comincia l'ebollizione,
toglierlo dal fuoco ed aggiungervi la farina fatta cadere a pioggia, mescolando enenrgicamente con un cucchiaio. Rimettere il composto sul fuoco e continuare a rimestare sino a quando si
stacchera' dal fondo e dalla parete del tegame.
Lasciare raffreddare ed unire lo zucchero, le uova, la vanillina e per ultimo il lievito vanigliato, avendo cura di amagamarlo bene.
Prelevare una cucchiaiata di pasta ed arrottolarla tra le mani fino ad ottenere un bastoncino col quale formare una ciambella, continuando fino all'esaurimento dell'impasto.
Friggere le zeppole in una padella contenente abbondante olio caldo; appena tolte lasciarle sgocciolare su un foglio di carta assorbente. Disponetele sul piatto da portata, guarnitele con la crema pasticciera e dello sciroppo di ciliegie, quindi servitele calde.

Pastiera Napoletana

_:_:_:_:_:_:_:-.-.-.-.-.-.-.-:_:_:_:_:_:_:_


Ingredienti per 4/6 persone


Occorrente: Per la cottura del grano
180 grammi di grano bagnato
40 cc di latte fresco
un cucchiaio di strutto
la scorza di un'arancia
vaniglia
zucchero quanto basta

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per il ripieno
250 g di ricotta
180 g di zucchero
3 uova
80 g di canditi
cannella
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per la pasta frolla
220 g di farina
130 g di strutto
70 g di zucchero
un tuorlo d'uovo

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Preparazione
( Per chi vuole sbrigarsi prima, tenga presente che in commercio può trovare il grano già cotto e pronto per la pastiera. Eventualmente si preferisce questa soluzione, si può saltare tutta la fase che riguarda la preparazione e cottura del grano)
Mettere i chicchi di grano a bagno in acqua fredda per una decina di giorni cambiando l'acqua almeno ogni due giorni.
Il grano così ottenuto andrà poi scolato un giorno prima della preparazione della pastiera e cotto nel latte insieme allo strutto, alla buccia d'arancia, alla vaniglia e allo zucchero.
Cuocere a fuoco basso per circa quattro ore, fino a quando si sarà formata una specie di crema e i chicchi appariranno aperti e un poco sfatti.
Passare la ricotta al setaccio e mescolarvi lo zucchero. Unire i tuorli d'uovo uno alla volta mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungere il grano bagnato cotto il giorno prima, la frutta candita e tagliata a dadini, un pizzico di cannella e infine gli albumi montati a neve fermissima. Preparare la pasta frolla, mettendo la farina sulla spianatoia e ponendole al centro lo strutto, lo zucchero, il tuorlo d'uovo e un pizzico di sale. Lavorare rapidamente l'impasto fino ad avere una massa uniforme e liscia. Coprirla e farla riposare per un'ora.
Dividere la pasta frolla in due sfoglie disuguali e con la più grande foderare una tortiera. Versare il ripieno, livellare e ricoprire con strisce ricavate dalla seconda sfoglia e disposte a griglia. Cuocere a 180°C per circa un'ora, fino a quando la superficie della pastiera apparirà ben dorata

Home Page | Villapiana Foto e Video | Negozi -Attività | Territorio e Paesi Vicini | Villapianesi in Italia | Villapianesi Nel Mondo | Festività | Avvenimenti | Dove...? | Arte - Relax Cultura | Contatti Info numeri utili | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu